Mutui per giovani, le migliori soluzioni a confronto

Mutui per giovani, le migliori soluzioni a confronto

I prezzi delle abitazioni continuano a viaggiare sotto la media europea e i tassi di interesse per i finanziamenti restano ai minimi, senza inversioni di tendenza previste a breve, in base a quanto emerso dall’ultima assemblea BCE. Da diversi punti di vista è quindi ancora un buon momento per chi ha in progetto di acquistare casa. Per i giovani alla ricerca dell’indipendenza resta il problema delle garanzie economiche da offrire alla banca e la necessità di avere mutui che arrivino a coprire una percentuale del costo di acquisto più elevata del classico 80%. I mutui per giovani proposti da alcuni istituti, combinati con le agevolazioni previste per la prima casa, possono offrire qualche opportunità in più.

È chiaro come il reddito stabile o la presenza di un garante aprano una corsia preferenziale per l’accettazione della richiesta, ma i mutui per giovani oggi sul mercato cercano di essere un po’ più flessibili sia per quanto riguarda la stabilità lavorativa, sia nel consentire il rinvio di una o più rate in caso di momentanea difficoltà. Il Mutuo Giovani di Intesa Sanpaolo inserisce nell’offerta la possibilità di usufruire gratuitamente di opzioni per modificare la durata del piano di rimborso e sospendere temporaneamente il pagamento delle rate. Può inoltre coprire fino al 100% il progetto, garantendo i fondi per l’intero valore dell’immobile. Scegliendo il tasso fisso i clienti più giovani possono prolungare i tempi di rimborso fino a 40 anni, per abbassare l’importo della rata. Inoltre se si presuppone di avere maggiori disponibilità economiche in futuro, si può optare per un periodo di preammortamento medio lungo e pagare rate di soli interessi per i primi anni.

I giovani che preferiscono entrare in banca on line e fare tutto a distanza, contando sull’esperienza dei consulenti a disposizione su vari canali, possono optare per mutui come quello proposto da CheBanca! e attualmente in promozione. Le richieste inviate entro il 31 marzo 2018 per stipule in programma entro il 31 maggio possono beneficiare di un tasso fisso promozionale dell’1,26%. In questo caso però il mutuo dovrà essere breve, nel limite di 10 anni, e non potrà coprire costi superiori al 50% del valore dell’immobile.